Crostata con ricotta di pecora, cannella e amarene sciroppate

Vi presentiamo oggi  una splendida ricetta pubblicata dalla nostra utente Ester Garavaglia.

     Grazie Ester e alla prossima

 

 

Frolla

  • Uova: una
  • Scorza di limone: 1/2
  • Farina 00: 250 gr
  • Burro: 125 gr (freddo)
  • Zucchero a velo: 100 gr

Farcitura

  • Ricotta di pecora: 400 gr
  • Zucchero: 3 cucchiai
  • Cannella: un cucchiaino
  • Amarene sciroppate: q.b.

Sono aperte le iscrizioni al Carbonara Festival.

Clicca sull’immagine per poter vincire un Guanciale Amatriciano e Pecorino romano DOP buccia nera.

Per prima cosa, preparare la frolla.

Versare la farina nel mixer, aggiungendo il burro a pezzi.

Azionare il mixer avendo cura di utilizzarlo ad intermittenza, onde evitare che che l’impasto non si scaldi troppo.

P.S. Nel caso in cui si usi la planetaria, accendere e spegnere le lame a intermittenza, fino ad ottenere una consistenza sabbiosa.

Spegnere e inserire:

  • Scorza di limone
  • Uovo sbattuto
  • Zucchero a velo

Accendere nuovamente il mixer a bassa velocità, fino a quando il composto diventerà omogeneo.

Trasferire il tutto su un piano di lavoro.

Formare un panetto liscio con le mani e avvolgerlo nella pellicola.

Mettere in frigo e lasciarlo per almeno un’ora (preferibile un tempo di riposo intorno alle otto ore)

Versare della farina sul piano di lavoro, estrarre il panetto dal frigo e stendercelo sopra.

Lavorare di nuovo con le mani e con il mattarello, al fine di scaldare il panetto e renderlo elastico.

Proseguire con la farcitura.

Stendere la frolla nella teglia o nello stampo per dolci.

Lavorare la ricotta con lo zucchero e la cannella, fino ad ottenere un composto omogeneo.

Stendere il tutto sulla frolla e livellare accuratamente.

Aggiungere le amarene sciroppate a piacere.

Cuocere a 180° per 30 minuti.

Far raffreddare per bene…e gustare.

Ester Garavaglia

N.B. se siete interessati alle mie ricette, potete trovarle anche nel gruppo Facebook “Le ricette di Pantagruel“.

image_printStampa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: